Sottofederazione

 

Personale di

 

manovra

 

Rapporto annuale

 

2012

 

 

 

 

 

 

Preambolo del presidente centrale RPV al  rapporto annuale RPV 2012

 

 

Anche se l'anno 2013 fa già parte dell'attualità, gettiamo uno sguardo retrospettivo sul trascorso anno 2012.

Cosa é successo, cosa ci ha impegnati, come si é modificata la nostra giornata lavorativa?

Rinuncio volutamente nel mio rapporto agli avvenimenti politici e mondiali che hanno caratterizzato il 2012 per concentrarmi unicamente su ciò che segnato le FFS.

 

Le FFS hanno effettuato il passaggio al nuovo sistema salariale che ha mostrato subito i suoi limiti e che ha scatenato una serie di ricorsi sia singoli che collettivi. In parte sono stati evasi nel 2012 con parziali correzioni ma, al momento attuale, vi sono ancora ricorsi pendenti. Questa problematica ci occuperà sicuramente anche nel 2013.

Anche la decisione 25 é nuovamente al centro delle discussioni. Con questa decisione le FFS ci avevano garantito nelle trattative CCL che, a conclusione di queste trattative, di sederci allo stesso tavolo e discutere a fondo. Trattare ciò che per le categorie dei macchinisti deve entrare a far parte anche della curva dei macchinisti. Ciò tocca in particolare piloti RCP Cargo, piloti di categoria A di P, piloti del servizio lavori e i macchinisti LRZ. In questo team siamo rappresentati da Danilo Tonina.

 

 

Cargo:

Siccome anche nel 2011 non si é riusciti a conseguire cifre nere nell'anno di gestione, il prossimo passo era già programmato. Con il progetto „rete“ si é posto l'obiettivo  di raggiungere nel 2013 le auspicate cifre nere. E' stato subito chiaro che ciò non si sarebbe avverato senza conseguenze sul personale. Che però fossero tanto gravi ha superato tutte le più pessimistiche previsioni. In discussione vi era la chiusura di ca. 155 punti di consegna. Grazie a trattative e pressioni, anche tramite petizione, questi scenari hanno potuto essere modificati riducendo i punti di consegna da sopprimere a 124. Al momento in cui viene scritto questo rapporto sono ancora in corso dei tentativi di governi cantonali volti a ridurre ulteriormente alcuni punti di consegna che Cargo ha previsto di sopprimere.

Toccati dalla chiusura dei punti di consegna sono ca. 250 posti di lavoro (RCP, TKC e macchinisti ) di Cargo. Maggiormente toccati sono i collaboratori RCP, da loro viene richiesta un'alta flessibilità senza la quale non hanno futuro presso Cargo. I colleghi che non corrispondono all'attuale profilo professionale non saranno riformati ma trasferiti all' AMC. Questo mostra in modo chiaro l'enorme punto debole in questa storia poiché era stato promesso che i colleghi che non corrispondevano al profilo professionale definito nel 2011 sarebbero stati riformati e sostenuti in modo adeguato. Quindi niente riformazione ma trasferimento puro e semplice all' AMC. Il 9 dicembre vi é stato il cambiamento d'orario e l'introduzione del progetto „rete“ di Cargo. Il tempo dimostrerà quanto e come questo progetto avrà gli effetti auspicati, se saranno raggiunte le previste cifre nere e, se no, cosa si dovrà fare ????

 

 

Infrastruttura:

Nel progetto „rete“ di Cargo é previsto anche di riprendere talune prestazioni di servizio (controlli d'entrata, manovra di consegna e calcolo di frenatura) di Infrastruttura. Che ciò avrebbe avuto conseguenze anche sugli effettivi di personale ed i compiti dei colleghi di Infra era chiaramente preventivabile. Ne sono toccati: a RB Däniken - 4 colleghi, a Müllingen - 2 colleghi e a RB Buchs SG - 3 colleghi. Presso Infra sono state trovate per tutti delle buone soluzioni ciò che ha evitato trasferimenti all' AMC.

 

 

Traffico viaggiatori:

Decisa e messa in vigore nell'estate 2012 la pianificazione centralizzata presso ZV. Sono stati ritirati ed attrezzati gli uffici a Zurigo e Losanna. Da subito si é potuto constatare come la messa in vigore da SPx a SOPRE non sarebbe avvenuta in modo tranquillo. Il nuovo Software SOPRE é parte integrante della pianificazione centralizzata. Quale base per l'elaborazione della distribuzione annuale é necessario disporre dei piani di servizio. Siccome il Software non ha potuto essere introdotto nel modo desiderato anche la redazione della distribuzione annuale 2013 si é ritardata. Ha quindi dovuto essere redatta nel mese di dicembre 2012 utilizzando il modo convenzionale. Ora ZV dovrebbe preparare la distribuzione mensile sulla base di quella annuale ma anche qui il rispetto dei tempi sembra problematico. Come proseguire nel tempo, con un Software SOPRE che non rispetta le aspettative previste, lo dirà il prossimo futuro. Ciò che é sicuro sarebbe una perdita finanziaria notevole per ZV (ca. 20 milioni) che andrebbero risparmiati da qualche altra parte. Ci auguriamo che ciò non accada.

 

Per chiudere questo mio preambolo vorrei ringraziare di cuore i colleghi che, in un modo o nell'altro, hanno messo a disposizione il proprio tempo a favore dei membri RPV. Senza di loro le sezioni ma anche la sottofederazione RPV non potrebbero esistere.

Se avete voglia o piacere di impegnarvi nella commissione centrale o in altre strutture della sottofederazione, fatemelo sapere perché cerchiamo sempre colleghi disponibili.

 

 

Un ringraziamento ai colleghi della commissione centrale, del comitato centrale e della CVG per il sostegno ricevuto. E' molto importante poter contare sul vostro supporto !!

 

 

 

Preambolo al rapporto annuale RPV 2012

Presidente centrale RPV

 

Hanspeter Eggenberger